Regia di Marco Amenta

con Gérard Jugnot, Veronica D’Agostino, Marcello Mazzarella, Carmelo Galati, Lucia Sardo. Genere Drammatico, – Italia, 2008, durata 110 minuti.

Ha pochi anni Rita, figlia di Don Vito Mancuso, mafioso ucciso dalla mafia il giorno della sua prima comunione. Scoperto il mandante dell’omicidio e trattenuta a stento dal fratello maggiore, Rita rimanda per sei anni la vendetta. La morte improvvisa del fratello la scopre disperatamente sola e vulnerabile. Minacciata dagli uomini di Don Salvo si reca a Palermo per denunciarli al procuratore antimafia. Braccata dai mafiosi e protetta dallo stato, Rita scoprirà la differenza tra vendetta e giustizia.

Marco Amenta: Regista palermitano. Tra i suoi film ricordiamo: Diario di una siciliana ribelle (1997), Il Fantasma di Corleone (2004), La siciliana ribelle (2008) – presentato in concorso a Alice nella Città, ha ottenuto due Nominations ai David di Donatello ed una ai Nastri D’argento – Magic Island (2015), The lone girl (2019).

>> dalle 18,00 alle 23,00 – “Parlar di mafia: cosa nostra?” – Mostra a cura degli alunni e delle alunne della 5A dell’IC F.Morvillo